Scuola Materna

paritaria bilingue e internazionale

La Scuola dell’Infanzia Kindergarten accoglie bambini di 3, 4 e 5 anni in due percorsi paralleli:

PERCORSO BILINGUE – presso la sede centrale (via San Gallo/Viale Lavagnini): tre sezioni bilingue con due insegnanti ciascuna. E’ previsto l’insegnamento dell’inglese, con insegnanti madrelingua, all’interno dell’attività pedagogico-didattica che è strutturata sulla base di progetti curricolari,  permettendo un apprendimento spontaneo e naturale. Circa il 40% delle insegnanti della sede centrale sono madrelingua inglese.

PERCORSO BILINGUE INTERNAZIONALE – presso la sede di via Lupi (a pochi passi dalla sede centrale): tre sezioni bilingue con due insegnanti ciascuna. La Sezione di Via B.Lupi è caratterizzata da una programmazione internazionale, che prevede la conoscenza di culture e tradizioni italiane, anglosassoni e di altri paesi. Il 70 % circa delle insegnanti della Sezione Internazionale è madrelingua inglese e la programmazione didattica utilizza le più moderne metodologie di insegnamento linguistico di origine anglosassone.

 

ATTIVITA’ EXTRACURRICOLARI OPZIONALI – Nel pomeriggio le famiglie possono aderire alle numerose proposte di attività extracurricolari opzionali che si svolgono sia all’interno della scuola che in altre sedi specifiche, gestite da associazioni e società sportive e culturali. Le attività possono variare tra attività sportive, musicali e linguistiche.

APERTURA – La scuola è aperta dal Lunedì al Venerdì dalle ore 7.30 alle ore 18.00, in un’unica fascia oraria a disposizione delle famiglie per accompagnare e riprendere i bambini. Le attività didattiche della Scuola dell’Infanzia iniziano alle 9.00.

Percorso bilingue - Sede centrale

La Scuola dell’Infanzia bilingue della sede centrale (via S.Gallo/viale Lavagnini) è organizzata in tre sezioni omogenee (sez. Klimt, Picasso, Van Gogh), una per i bambini di 3 anni, una per quelli 4 anni e una per quelli di 5 anni.
L’attività didattica è strutturata intorno a numerosi progetti curricolari, dove i bambini lavorano per sottogruppi.
Tutte le mattine le attività vengono svolte con l’insegnante italiana e con l’insegnante madrelingua inglese.

 

Progetti principali:

Ambientamento: il bambino impara a trovare negli insegnanti un riferimento sicuro all’interno del nuovo ambiente.
Musica: un’ora a settimana con l’insegnante specialista. L’attività è concepita in stretta relazione con la corporeità e la messa in gioco di tutti i sensi.
Educazione motoria: i bambini imparano a controllare il proprio corpo, quali il corretto uso della mano o il giusto orientamento della vista, e le prime regole di vita comune.
Progetto grafico–pittorico-manipolativo: i bambini sperimentano la scoperta e l’uso di tecniche e materiali nuovi per esprimere le proprie sensazioni e la propria fantasia, producendo e rielaborando immagini, o creando prodotti originali propri.
Conoscenza del territorio: i bambini di 5 anni imparano a conoscere la zona in cui si trova la scuola, i suoi servizi, ed attività commerciali.
Conoscenza delle emozioni: vivere positivamente le emozioni e gli affetti mediante rapporti sempre più estesi con i coetanei, le insegnanti, il personale della scuola.
Promozione della lettura: ogni settimana i bambini portano a casa un libro “da leggere” in famiglia. Il libro diventa strumento di relazione, oltre che di conoscenza, favorendo l’amore per la lettura.

Percorso bilingue internazionale - Sede via Lupi

Anche la Scuola dell’Infanzia bilingue internazionale della sede di via Lupi è organizzata in tre sezioni omogenee
(sez. Kandinsky, Klee, Saint Phalle), suddivise per età.
La programmazione internazionale prevede la conoscenza di culture e tradizioni italiane, anglosassoni e di altri paesi e si basa su precise indicazioni didattiche che si fondano sulle teorie neuroscientifiche per quanto riguarda lo sviluppo del sistema cognitivo, del linguaggio, dell’affettività e dell’intersoggettività ed è sviluppata in modo da
potenziare le abilità espressive dei bambini in lingua italiana e in lingua inglese.
La struttura di base usata per la costruzione di un programma educativo equilibrato è divisa in cinque “learning areas” (aree di apprendimento): logico-matematica; esperimenti; pre-lettoscrittura; musica; psicomotricità; arte.
Questa struttura permette di lavorare ogni settimana su tutte le abilità necessarie ad uno sviluppo armonico e alla graduale preparazione che servirà, nel corso dei tre anni, per affrontare l’ingresso alla scuola primaria.

Per approfondire...

Finalità della Scuola dell'Infanzia

Finalità della Scuola dell’Infanzia, rivolta ai bambini di 3, 4, 5 anni, è quella di promuovere lo sviluppo dell’identità (intesa come costruzione di una immagine positiva di sé), dell’autonomia (apertura alle relazioni con gli altri, partecipazione alle attività nei diversi contesti, comprensione delle proprie potenzialità e espressione dei propri sentimenti), della competenza (desiderio di scoprire, di conoscere, di progettare e di inventare) e della cittadinanza (scoperta degli altri, dei loro bisogni, della necessità di gestire i contrasti attraverso regole condivise) affinché il bambino cresca in maniera armonica e serena.
Al Kindergarten valorizziamo la continuità didattica della Scuola dell’Infanzia con l’Asilo Nido e con la Scuola Primaria, per una metodologia di lavoro comune che viene applicata a tutti gli apprendimenti.
Le finalità sono perseguite attraverso l’organizzazione di un ambiente di vita, di relazione e di apprendimento di elevata qualità, garantito dalla professionalità degli insegnanti e dal dialogo continuo ed aperto con le famiglie.
L’ambiente di apprendimento è organizzato dagli insegnanti in modo che i bambini si sentano riconosciuti, sostenuti e valorizzati.

Percorso integrato 0-6

Al Kindergarten abbiamo un Asilo Nido e una Scuola dell’Infanzia che insieme fanno parte di un percorso educativo integrato 0-6 anni, concorrendo a formare un unico servizio omogeneo, che guarda allo sviluppo coerente del bambino dai 12 mesi all’età scolare.
In questo percorso offriamo ai bambini e alle famiglie un ambiente educativo aperto al dialogo, al confronto e all’aiuto reciproco, che mira a far raggiungere ai bambini significativi traguardi di sviluppo della propria identità, autonomia e competenza, nell’ottica di una crescita globale e armonica della persona.
I nostri progetti e i nostri interventi si fondano su alcuni principi essenziali:
• la valorizzazione del gioco come risorsa  privilegiata per l’apprendimento e la relazione
affettiva;
• la libera esplorazione e la concezione che vede in ogni bambino un protagonista attivo e costantemente impegnato nell’interscambio con i coetanei, gli adulti, gli oggetti, le attività che lo incuriosiscono;
• la mediazione didattica intesa come strumento per orientare e sostenere lo sviluppo e l’apprendimento.
• la conoscenza delle modalità comunicative di ogni bambino, per rispondere alle sue specifiche esigenze e verificare la validità delle proposte educative.
Un’attenzione particolare è data al passaggio dal contesto di vita abituale ad un altro con il quale bambini e genitori devono familiarizzare, per garantire la gradualità dell’inserimento e la continuità tra i diversi ambienti di riferimento del bambino.

Altro punto cardine del percorso 0-6 è la formazione e l’aggiornamento integrato degli educatori. Ai frequenti incontri di lavoro partecipa periodicamente il Coordinatore Pedagogico per progettare, organizzare e valutare lo svolgimento dell’attività educativa nel suo complesso.

Viva le matite colorate!

A partire dal 2010 il Kindergarten ha deciso di eliminare completamente l’uso dei pennarelli sia all’Asilo Nido che nella Scuola dell’Infanzia per qualsiasi attività grafico pittorica e di sostituirli con le matite, i pastelli a cera, i gessetti, le matite acquerellabili…

Questa scelta è frutto di una osservazione ed una sperimentazione degli anni precedenti. L’utilizzo della matita al posto del pennarello costringe i bambini a regolare la pressione sul foglio per lasciare un segno visibile o al contrario per evitare di lasciare un segno troppo forte, aiutandoli ad impugnare la matita in maniera corretta e ad affinare il tratto grafico.

Il pennarello invece induce automaticamente a una minor cura del disegno, dal momento che non consente di correggere gli errori (inducendo spesso i bambini a strappare il foglio sul quale disegnano), a differenza della matita che consente la sovrapposizione dei colori e l’uso della sfumatura. Inoltre il pennarello semplifica la prensione e l’esecuzione del grafismo perché in qualsiasi modo venga impugnato lascia una traccia e non provoca un aggiustamento personale.

Infine la scelta è determinata anche da una impostazione ecologica del Kindergarten, che tende a privilegiare l’uso di strumenti in legno e materiali naturali ed a ridurre gli oggetti di plastica.