progetto Erasmus+

erasmusIl progetto PLURIS ACTORS nasce dalla volontà dei tre Istituti partner (Italia – Kindergarten; IES EDUARDO LINARES LUMERAS – Spagna; Collège International de l’Esplanade – Francia) di rispondere al bisogno di miglioramento e aggiornamento delle proprie metodologie e approcci educativi al fine di facilitare processi interculturali e inclusivi soprattutto in classi multiculturali e plurilingue.

Il progetto prevede le seguenti attività:

  • 3 scambi per gli studenti in ogni paese partner di progetto
  • 1 formazione per i docenti
  • Ricerca-Azione su metodi e metodologie inclusive in contesti multiculturali e classi plurilingue
  • Elaborazione protocolli e linee guida per un apprendimento inclusivo in contesti multiculturali e classi plurilingue
  • Ideazione e testing di strumenti educativi afferenti ai temi di progetto

Inoltre, il progetto risponde anche al bisogno degli Istituti di maturare esperienze nella gestione di progetti Europei che possano portare una dimensione europea anche ai processi educativi locali.
In relazione alla priorità “Promoting a Comprehensive approach to language teaching and Learning”, il progetto si pone i seguenti obiettivi specifici:

Per i docenti, educatori e staff degli Istituti, migliorare:

  • l’utilizzo di approcci inclusivi e cooperativi in classi pluri-lingue
  • le competenze interculturali
  • le competenze nella gestione di progetti europei e soprattutto nella gestione di un progetto nell’ambito del programma Erasmus+
  • le capacità di fare rete a livello locale ed internazionale
  • la qualità educativa e formativa, attivando percorsi inclusivi e interculturali
  • rendere i percorsi di mobilità internazionale, complementari ai percorsi curriculari
  • standardizzare procedure e strumenti di gestione dei progetti di mobilità internazionale, attraverso l’utilizzo di applicativi digitali, che possano semplificare il lavoro amministrativo e organizzativo
  • incrementare e migliorare le collaborazioni con gli enti partner del Consorzio ed anche con enti e strutture esterni ad esso, per mettere a punto proposte locali ed internazionali efficaci, sostenibili e ripetibili.

Per gli studenti, migliorare:

  • le loro competenze interculturali, collaborative e socio-relazionali, digitali e comunicative, il loro senso di cittadinanza, equità e pari dignità umana.
  • lo spirito critico e l’autonomia attraverso dei percorsi di scambio internazionale

I risultati attesi sono i seguenti:

  • miglioramento di competenze di studenti, docenti e staff degli Istituti in modo che gli Istituti siano ambienti di apprendimento inclusivo ed interculturale
  • miglioramento di metodi e strumenti per favorire l’inclusione in classi plurilingue e multiculturali
  • condivisione di metodi e linee guida comuni nella gestione di processi inclusivi e collaborativi
  • miglioramento delle competenze degli Istituti nella gestione di percorsi europei collegati ai curricula scolastici
  • ampliamento di reti e partenariati a favore di una condivisione di metodi, metodologie ed esperienze.

Nel progetto sono coinvolti: 162 studenti e 18 accompagnatori negli scambi di breve durata; 15 docenti per la formazione internazionale; 3 team di coordinamento progetto composti almeno da 5 persone cadauno; tutta la comunità scolastica viene coinvolta direttamente o indirettamente nella realizzazione del progetto soprattutto nelle azioni locali.

Le metodologie operative afferiscono ai principi dell’educazione non formale, dell’apprendimento esperienziale e della Teoria Gestalt. Ogni attività prevede metodologie attive e partecipative.
L’utilizzo delle nuove tecnologie e dell’apprendimento a distanza è previsto soprattutto come complementare alle azioni internazionali.

Tale iniziativa permetterà a tutti gli Istituti coinvolti di maturare metodologie e approcci educativi utili per rendere i propri contesti maggiormente inclusivi e partecipativi, andando a valorizzare la diversità culturale e linguistica soprattutto nelle classi plurilingue.

Gli strumenti e i metodi creati, utilizzati e sperimentati durante tutto il progetto saranno patrimonio utile non solo per lo staff degli Istituti partner ma per ogni Istituto o centro di formazione che ne voglia beneficiare.
Il progetto migliorerà inoltre le capacità degli Istituti partner di gestire progetti europei, andando ad integrare una dimensione europea nei propri percorsi curriculari locali.
Tali competenze e strumenti renderanno non solo gli Istituti più inclusivi e attenti alla dimensione europea ed interculturale dell’apprendimento, ma favoriranno il benessere e la crescita personale degli studenti, stimoleranno la creatività degli staff e delle famiglie nell’operare in contesti multiattoriali.
Infine, l’utilizzo di strumenti per l’apprendimento e lo scambio a distanza contribuiranno alla digitalizzazione delle competenze e degli Istituti, rendendoli più vicini ai bisogni e alle competenze dei giovani del XXI secolo.